Personalizzare o non personalizzare? Jim, cosa dicono i sondaggi?

Però qualcuno gli dica che non ci si comporta così. Per dire Galli aveva faticato ore per dedicare un intero tweet all’apocalisse che causerebbe il No. Confindustria che aveva dispiegato i suoi migliori computisti esoterici per la iattura  “- 4% di Pil” ha fatto una figura “demmerda” (cit. cavalier Cecconi) per nulla. Pure Romano, irriducibile e indefesso turibolo che non risparmia mai disprezzo per la propria persona, ancora non trova il coraggio per battere l’agenzia che demolisce mesi di dura propaganda. Sembra che Renzi ci provi gusto a dire una cosa, aspettare che i suoi la divulghino pappagallando e poi rimangiarsela.

Conoscendo l’attitudine del soggetto a non dire mai la verità e contravvenire agli impegni presi con gli elettori, in molti non avevano creduto che avrebbe rassegnato le dimissioni (il che non avrebbe comportato neppure de facto nuove elezioni – art. 88 Cost.), probabilmente neanche i sostenitori del Sì che hanno minacciato ritorsioni solo perché come ritornello aveva il doppio vantaggio di comportare poco dispendio neuronale ed evitare qualsiasi discussione nel merito che avrebbe demolito il corollario di facezie sul superamento del bicameralismo perfetto e il risparmio, altrettanto goliardico, e in ogni caso irrisorio, di 500 milioni.

Ora però è ufficiale: “Si vota nel 2018 comunque vada il referendum”. Contro ogni aspettativa il soliloquio che il premier ha tenuto ieri in quel di Versilia è valso a qualcosa: possiamo votare liberamente senza temere l’alba dei morti viventi, Godzilla che assalta il Colosseo, i flussi che si incrociano, la tempesta di ghiaccio, i metamorfi che escono dalle fottute pareti.
Quotidiani, banche e speculatori che avevano presagito l’implosione del Regno Unito sono gli stessi che oggi minacciano fame e miseria in Italia se vince il No. Il Regno Unito esiste ancora sulla mappa e se la passa pure bene nonostante il Brexit  alla faccia della iella che gli hanno tirato addosso. La Grecia non è un cumulo di macerie a causa della vittoria dell’Oxi come avvertivano lorsignori con le loro profezie avverse ma a causa delle scellerate politiche europee, riproposte senza rispetto per il voto del popolo e nonostante siano la causa di tutto. La Spagna, quella sì, è preda dell’instabilità politica, eppure sta meglio di noi (El Pais: “L’Italia è la nuova malata d’Europa”) che abbiamo un governo stabile il quale si ritrova a dover chiedere altro deficit per tappare il buco scavato dal precedente deficit scialacquato tra mancette elettorali e incentivi triennali che non hanno prodotto un infinitesimale di crescita e posti di lavoro.

L’apice dell’assurdo lo ha raggiunto il Wall Street Journal paragonando il Brexit al No.

“Orbene – dice il magistrato Domenico Gallo – , paragonare gli effetti della possibile  bocciatura della riforma costituzionale in Italia a quelli derivanti dall’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea è un’idiozia talmente assurda che può trovare spiegazione soltanto nella faziosità di chi l’ha proposta. Anche un bambino capirebbe che i due fenomeni non sono comparabili. L’annullamento di una riforma costituzionale, che non è mai entrata in vigore, non comporta nessun mutamento nell’assetto giuridico (e politico) vigente e non comporta nessuna variazione degli assetti economico-sociali, non incide sull’economia proprio perché non produce alcun effetto. L’uscita di un paese membro dall’Unione Europea, al contrario, è un fatto che incide direttamente, con una portata che è difficile da determinare, sugli assetti economico-sociali di quel paese perché comporta l’uscita dal mercato unico (con effetti immediati su importazioni ed esportazioni) e l’impossibilità di continuare a percepire le sovvenzioni dell’Unione Europea”.

Ne hanno collezionate molte di figure barbine quotidiani, banche e speculatori ma hanno ancora un briciolo di credibilità da perdere, evidentemente. Ci ha pensato lo stesso premier, spiazzando tutti, a far cadere quell’abbecedario di sciocchezze affermando che non si dimetterà e questo, salvo altre giravolte, farà cessare il bombardamento quotidiano di un inesauribile campionario di paure, grottesche e svilenti, che nulla hanno a che vedere con la nostra Costituzione.

Annunci