Personalizzare o non personalizzare? Jim, cosa dicono i sondaggi?

Però qualcuno gli dica che non ci si comporta così. Per dire Galli aveva faticato ore per dedicare un intero tweet all’apocalisse che causerebbe il No. Confindustria che aveva dispiegato i suoi migliori computisti esoterici per la iattura  “- 4% di Pil” ha fatto una figura “demmerda” (cit. cavalier Cecconi) per nulla. Pure Romano, irriducibile e indefesso turibolo che non risparmia mai disprezzo per la propria persona, ancora non trova il coraggio per battere l’agenzia che demolisce mesi di dura propaganda. Sembra che Renzi ci provi gusto a dire una cosa, aspettare che i suoi la divulghino pappagallando e poi rimangiarsela.

Continue reading “Personalizzare o non personalizzare? Jim, cosa dicono i sondaggi?”

Le ragioni del Sì e la dura lotta con la realtà

ragioni e ossimori

Innanzitutto chi è questo pericoloso, vile, sacrilego e sovversivo conservatore, al secolo Giovanni Maria Flick? Giurista e accademico già Ministro della giustizia nel primo governo Prodi, è stato presidente della Consulta e oggi ha firmato l’appello per il No insieme ad altri 55 costituzionalisti, fra i quali figurano 10 presidenti emeriti e 10 vicepresidenti emeriti della Corte costituzionale.

Continue reading “Le ragioni del Sì e la dura lotta con la realtà”

È la tua risposta definitiva?

Renzi Matteo, 15 gennaio 2014: “Via i senatori, un miliardo di tagli alla politica.”
Boschi Maria Elena, 09 agosto 2016: “500 milioni di risparmio ogni anno come dice la Ragioneria dello Stato.”

Improponibile fino a ieri ma è successo veramente: il premier sbugiardato dalla sua ministra prediletta (in buona fede, sia chiaro, non vorrei costarle la scomunica). Epperò – mi perdoni Lessing – la smentita della bugia è essa stessa una bugia. Continue reading “È la tua risposta definitiva?”

Faccio riforme, vedo numeri

Scrive il Treccani: “[punto essenziale: vediamo il m. di questo problema] ≈ nocciolo, sostanza. ● Espressioni: entrare nel merito (di qualcosa) [occuparsi degli aspetti sostanziali di un problema] ≈ affrontare, discutere, prendere in esame, trattare”.
Il premier Renzi e il ministro Boschi non devono aver colto il senso dei loro stessi richiami a discutere sui contenuti della riforma visto che li disattendono vieppiù con slogan e mistificazioni.

Continue reading “Faccio riforme, vedo numeri”

La corsa allo spazio

Dopo Federico Moccia (regista), Roberto Benigni (attore, comico e regista), Gianluigi Buffon (portiere della Juventus e della nazionale di calcio), Susanna Tamaro (scrittrice), Paolo Crepet (psichiatra) e altri illustri esperti tra gastroenterologi, oftalmologi, emeriti di elettrotecnica, esperti di tourism management, ordinari di informatica, emeriti di chimica generale e inorganica, ordinari di storia del cinema e di filmologia, oftalmologi e docenti di università online alla fine sono arrivati anche i tanto agognati costituzionalisti a sostenere il Sì. Difronte a questa notizia alcuni titolisti non hanno saputo trattenere l’entusiasmo: 184 costituzionalisti firmano per il Sì! Continue reading “La corsa allo spazio”

Discutiamo nel merito, gufi

Riprendo una intervista rilasciata dal ministro Boschi.

“Non abbiamo mai chiesto un voto pro o contro il governo”. Finge di non ricordare tutte le occasioni in cui Renzi ha detto “se perdo il referendum, lascio”.

“Questa non sarà la mia riforma”. Una mezza verità. È anche del plurindagato Verdini. Il 20 gennaio il Senato approva definitivamente la riforma con 180 sì. Il margine è di 19 voti in più dei 161 richiesti dalla maggioranza assoluta. Renzi per arrivarci trova nuovi compagni di strada: 18 verdiniani, due forzisti e tre di Fare. Nell’intervista rilasciata il 31 luglio 2016 al giornalista Davide Vecchi, Verdini rivendica la sua firma: “Abbiamo partecipato e scritto queste riforme”. Continue reading “Discutiamo nel merito, gufi”